Every Day
Sardinia
Landscape
Home » » Tempio di Antas, Fluminimaggiore.

Tempio di Antas, Fluminimaggiore.


via http://ift.tt/1SUxv2J

SARDEGNA SHOP:
Libri | Musica | Artigianato sardo | Gioielli sardi | Fotografia in Sardegna

ph finieddu
Grande - Manna - Large..................Mappa.........Sardinia star l tempio scoperto nel 1836 dal generale La Marmora e ricostruito nel 1967 ad opera dell'archeologo Barreca, si divide longitudinalmente in tre parti: pronao, cella e adyton bipartito; il prospetto è tetrastilo e si presenta con quattro colonne frontali e due laterali. Le colonne, alte circa otto metri, sono sormontate da capitelli in stile ionico. Il pavimento della cella, alla quale si poteva accedere mediante due ingressi laterali, presenta una parte del mosaico con bordo nero; nella parte sacra del tempio (adyton) si aprono due vaschette impermeabilizzate per le cerimonie di purificazione (abluzioni); nell'ultima parte era sicuramente posizionata la statua del Sardus Pater della quale è stato rinvenuto solo un dito della mano, che suggerisce le dimensioni colossali (circa 3 m.) della scultura. In origine il tempio era coronato da un frontone triangolare e da una copertura in tegole piane, coperte nelle sconnessure da coppi ornati alle estremità da antefisse raffiguranti personaggi alati. Tra i ritrovamenti più significativi nell'area del tempio ricordiamo: doni votivi come statue in bronzo, lance in ferro e circa mille monete. La conferma della datazione del tempio e l'adorazione del Dio Sardus Pater Babai è data dall'iscrizione, indicante un restauro, posta sull'epistilio (nel frontone del tempio): "In onore dell'imperatore Cesare Marco Aurelio Augusto, Pio Felice, il tempio del Dio Sardus Pater Babi, rovinato per l'antichità, fu restaurato a cura di Quinto (?) Celio (o Cocceio) Procuro; la dedica è datata 213-217 d.C. La millenaria adorazione del Dio Sardus Pater Babai, che rappresenta la prosecuzione del dio nuragico Sid Addir e successivamente Cartaginese Sid Addir Babai si conclude attorno al quarto sec. d. C. con l'arrivo in Sardegna del cristianesimo.
SHARE

Segui