Every Day
Sardinia
Landscape
Home » , , » Delèdda, Grazia. (Nuoro 1871- Roma 1936). Scrittrice intensa e feconda, la sua fama si diffuse anche all'estero; nel 1926 le fu conferito il premio Nobel per la letteratura. La sua narrativa muove dal verismo a fondo regionale e folcloristico: cronache e leggende paesane, storie di passioni elementari e di esseri primitivi; ma a un mondo del peccato e del male, sentito come fatalità, e rappresentato con cupi accenti, si accompagnano o piuttosto si contrappongono un'ansia di liberazione e di riscatto, un estroso e romantico senso della vita, che trovano espressione soprattutto nella leggerezza idillica e trasognata del paesaggio. #atenedellasardegna #nuoro #dafareanuoro #sardegna #graziadeledda #letteratura #nobel #nobelprize #nugoro #lanuovasardegna #focusardegna by distrettoculturaledelnuorese

Delèdda, Grazia. (Nuoro 1871- Roma 1936). Scrittrice intensa e feconda, la sua fama si diffuse anche all'estero; nel 1926 le fu conferito il premio Nobel per la letteratura. La sua narrativa muove dal verismo a fondo regionale e folcloristico: cronache e leggende paesane, storie di passioni elementari e di esseri primitivi; ma a un mondo del peccato e del male, sentito come fatalità, e rappresentato con cupi accenti, si accompagnano o piuttosto si contrappongono un'ansia di liberazione e di riscatto, un estroso e romantico senso della vita, che trovano espressione soprattutto nella leggerezza idillica e trasognata del paesaggio. #atenedellasardegna #nuoro #dafareanuoro #sardegna #graziadeledda #letteratura #nobel #nobelprize #nugoro #lanuovasardegna #focusardegna by distrettoculturaledelnuorese


via http://ift.tt/1zKqJ1x

Delèdda, Grazia. (Nuoro 1871- Roma 1936). Scrittrice intensa e feconda, la sua fama si diffuse anche all'estero; nel 1926 le fu conferito il premio Nobel per la letteratura. La sua narrativa muove dal verismo a fondo regionale e folcloristico: cronache e leggende paesane, storie di passioni elementari e di esseri primitivi; ma a un mondo del peccato e del male, sentito come fatalità, e rappresentato con cupi accenti, si accompagnano o piuttosto si contrappongono un'ansia di liberazione e di riscatto, un estroso e romantico senso della vita, che trovano espressione soprattutto nella leggerezza idillica e trasognata del paesaggio. #atenedellasardegna #nuoro #dafareanuoro #sardegna #graziadeledda #letteratura #nobel #nobelprize #nugoro #lanuovasardegna #focusardegna
di http://ift.tt/2246a2c

CONDIVIDI SARDINIALANDSCAPE

SHARE